OPEX, engagement e tecnologia: i paradigmi dell’evoluzione delle aziende

Cambiamenti e controversie nel futuro delle aziende

[Giuseppe Ravazzolo – CEO&Founder WTCO]

Ci troviamo in un’era dove la velocità la fa da padrona, i ritmi di lavoro sono incessanti e la tecnologia non fa altro che sostenere questi ritmi e far si che le persone non possano avere tregua.

Quanto detto potrebbe sembrare folle o esagerato, ma la situazione di questi ultimi 10 anni, ci costringe ad affermare che le aziende che hanno rispettato i criteri sopra indicati sono quelle che oggi prosperano e continuano il processo di crescita. Al contrario, le aziende che non sono state in grado di adattarsi a questi ritmi frenetici o non esistono o si sono ridimensionate.

La domanda, a questo punto, sorge spontanea: In tutto questo, le persone e il loro benessere, dove stanno? Chi ha preso in considerazione questi fattori? Molti ne stanno parlando, ma quanti realmente stanno prendendo contromisure? Cosa possiamo fare?

Sebbene complessa e difficile da applicare, non per motivi di denaro, di tempo o difficoltà di applicazione, ma bensì per questioni culturali, la disciplinata dell’approccio al miglioramento continuo (come Lean, Opex) unito al totale coinvolgimento delle persone in termini di condivisione degli obiettivi delle informazioni e degli utili, è cosa rara.

Inoltre, integrare gli aspetti tecnologici nella aziende, applicarli e calibrarli rispetto alle dimensioni delle nostre realtà è ancora più raro; anche se possiamo molti, grazie agli incentivi fiscali, ci stanno provando.

Ci tengo a ricordare che, poiché spesso molti lo dimenticano, le aziende, seppur automatizzate, sono fatte di persone, che rappresentano il più grande valore che oggi possiamo avere. Più le persone saranno coinvolte e avranno la possibilità di mettere il cuore all’interno delle attività svolte, sentendosi valorizzate, premiate quando necessario, punite se altrettanto necessario, più noi avremo la possibilità di essere competitivi. Oggi il mercato globale è competitivo e spietato, sbagliare non è più permesso (o molto poco), ed i margini di manovra sono sempre più ridotti .

Quello che spesso non capisco quando mi confronto con le persone che incontro nelle aziende, è il motivo per cui non ci sia la volontà di cambiare, pur sapendo che esistono  strumenti e metodi per rimanere competitivi. Cambiare per migliorare, non soltanto il lavoro ma noi stessi, creando valore per il prossimo e di conseguenza per se stessi.

Poco tempo fa, guardando un video sul Web, ho raccolto la seguente frase: “Se non vivi per dare valore agli altri, cosa ci stai a fare?”

Detto questo la formula vincente che abbiamo misurato e testato in numerose realtà è così composta:

OPEX x Engagement x Tecnologia = Successo

Ma cosa serve per utilizzare al meglio questa formula e raccoglierne i frutti? Quali sono i fattori chiave che permetteranno di essere un’azienda di successo?

  • Disciplina,
  • Fiducia
  • Rispetto
  • Condivisione
  • Metodo
  • Creatività
  • Disciplina ( ripetizione adHoc)

Concordi su quanto sopra scritto, ora dobbiamo chiederci da dove iniziare, come fare per trasformare un ragionamento in una azione. Si inizia condividendo l’obiettivo, stabilendo il percorso di crescita di ogni persona, in modo tale che l’obiettivo personale sia conforme a quello aziendale.

In molti casi accade che uno dei due obiettivi (a volte entrambi), aziendale e/o personale, non sia particolarmente chiaro.  Per chi si trova da solo è necessario trovare qualcuno con il quale confrontarsi. Qualcuno potrebbe obiettare dicendo che ci ha già provato, oppure che nell’ azienda tutto questo non è possibile per una serie di motivi. Quello che vi posso dire, per esperienza diretta, é insistere, ogni giorno, perché se non si inizia a fare pressione, nulla potrà cambiare.

“La gente investe più tempo a spiegare il motivo per il quale le cose non possono cambiare, piuttosto che provare a cambiare.”

L’inizio del processo di cambiamento

Brainstorming

  • Condivisione dei valori
  • Condivisione della visione
  • Matrice Swot

Valutazione delle risorse umane

  • Interviste
  • Affiancamento
  • Matrice Competenze
    • Analisi situazione attuale
    • Definizione condizioni obiettivi
    • Percorsi formativi per sviluppare le persone

Economiche

  • Budget
  • Analisi Costi

Marketing

  • Analisi del mercato
  • Costruzione della proposta di Valore (quello che ci distingue)
  • Analisi dei concorrenti

Costruzione del Piano di sviluppo

  • Hoshin Kanri
  • Balanced Scorecard
  • Definizioni obiettivi a 3/5 anni
  • Declinazione obiettivi a 1 anno
  • Definizione obiettivi numerici
  • Passaggio Responsabilità
  • Impatto su indicatori aziendali

Questa scaletta rappresenta una linea guida per tutti coloro che pensano che sia necessario cambiare approccio e iniziare a pensare in modo completamento diverso. E come disse Einstein: “La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.”