Le categorie del tempo

“Il tempo è solo il flusso in cui vado a pescare. Io bevo; ma mentre bevo vedo il fondo sabbioso e riconosco quanto sia superficiale. La sua corrente sottile scivola via, ma l’eternità rimane” – Henry David Thoreau

Quasi tutti, a un certo punto della loro carriera, ricorreranno ad una sorta di sistema di gestione del tempo. Il problema é che troppi sistemi di gestione del tempo si focalizzano eccessivamente sul livello di attività: cosa fare prima, cosa fare dopo, qual è l’ordine di priorità, senza prestare sufficiente attenzione al quadro più ampio. Non basta osservare semplicemente il mondo attraverso la lente dell’urgenza; bisogna considerare invece anche cosa é importante.

Il primo passo per una gestione efficace del tempo é la comprensione; capire come passi il tuo tempo e poi considerare come vuoi trascorrerlo.

4 categorie di tempo

Possiamo suddividere il tempo in 4 categorie:

  1. Treasured | Il tempo prezioso
  2. Investment | Il tempo d’investimento
  3. Mandatory | Il tempo obbligatorio
  4. Empty | Il tempo vuoto

Per sua natura, il tempo è finito. Se lo spendi per una cosa, non lo spendi per un’altra.

Il tempo prezioso

Se trascorri il resto del tuo tempo con saggezza, ti ritroverai con più tempo a disposizione per attività preziose. Costruisci le giuste abitudini lavorative e otterrai di più in meno ore, consentendoti di avere più tempo prezioso ogni giorno.

La chiave per massimizzare la felicità e la realizzazione è massimizzare il tempo prezioso.

Il tempo d’investimento è il momento in cui ti concentri per diventare più efficace e ottenere più risultati. Alla fine si otterrà un ritorno sul tempo di investimento in quanto esso paga in termini di acquisizione delle competenze e delle conoscenze, esperienza e successo.

La chiave del successo per il raggiungimento delle massime prestazioni è la massimizzazione del tempo di investimento.

Il tempo obbligatorio è il tempo speso a fare le cose che ti sembra di dover fare, per esempio: andare al lavoro, falciare il prato, pagare le bollette.

Puoi ridurre al minimo il tempo obbligatorio convertendolo in tempo investito, ad esempio ascoltando audio-libri di lavoro mentre guidi. Puoi anche trasformarlo in tempo prezioso ascoltando audio-libri di interesse personale, in modo da liberare un’ora la sera per fare qualcos’altro. Puoi avvicinarti al luogo in cui lavori e ridurre al minimo il pendolarismo o provare a lavorare da casa. Puoi anche scegliere di delegare il tempo obbligatorio ad altri, come chiedere ad un giardiniere di  falciare il prato, oppure utilizzare un servizio di consegna per la spesa.

La chiave del tempo obbligatorio è di minimizzarlo o convertirlo in tempo prezioso o di investimento.

Il tempo vuoto è esattamente come sembra: nulla di fatto, niente di guadagnato.
Abbiamo tutti bisogno di un po’ di tempo libero. Non fare nulla o non avere la mente impegnata è importante per ricaricarsi. Abbiamo tutti bisogno di riposo. Tuttavia, la maggior parte delle persone vorrebbe riallocare il tempo vuoto per usarlo meglio.

La chiave per ridurre il tempo vuoto è eliminarne il superfluo.

Delegare o eliminare il tempo obbligatorio e ridurre al minimo i tempi  vuoti, significa cambiare abitudini.
Il tempo è un’abitudine. Se vuoi essere estremamente produttivo, devi prima capire le tue abitudini nel tempo. Solo dopo aver compreso queste abitudini potrai cambiarle.